Il viaggio in Venezuela ha lasciato in me un segno molto forte, un paese dai mille paesaggi diversi, dai mille colori e quando mi sono trovata davanti al Salto Angel ho perso il fiato, acqua in caduta libera per 1000 metri i mezzo ad una spettacolare vegetazione.

Al mio ritorno a casa dopo qualche mese mi capita di vedere un film che già di per se molto bello per la trama e per il suo attore protagonista Kevin Costner. Andando avanti con la visione mi rendo conto che è girato in Venezuela e precisamente sotto il salto Angel… Mi sono tornate in mente le emozioni provate ed è stato emozionante.

Il segno della libellula o Dragonfly è un triller del 2002 diretto da Tom Shadyac con protagonista Kevin Costner e Susanna Thompson nella parte della moglie.

Qui il dottor Joe Darrow (k.Costner) perde la moglie Emily (E.Thompson) anch’essa medico durante una missione umanitaria in Venezuela.. Nella testa del marito però lei non è morta o forse esiste un universo parallelo dove lei cerca di mettersi in contatto con lui..

Darrow non sa come interpretare gli strani segni che vede intorno a lui, segni mandati dalla moglie forse o frutto del suo esaurimento.

Convinto che i bambini del reparto oncologia dove Emily lavorava possano in qualche modo aiutarlo a ritrovarla: forse la libellula che continuano a disegnare è un simbolo un insetto che Emily amava particolarmente…. Sesto senso, paranormale e universi paralleli sono temi scottanti da gestire speci se non si vuole cadere nel paranoico.. Ad ogni nuovo segnale, Joe si convince sempre di più che Emily stia cercando di contattarlo in qualche modo per dirgli qualcosa di importante….

Trailer DragonFly